L’ERRORE NELLA LEGITTIMA DIFESA: DAL CRITERIO DEL ‘DIFENSORE MODELLO’ AL GIUDIZIO ‘AD PERSONAM’ ? – Daria Perrone

Il contributo si sofferma sul rapporto tra colpa e scriminanti, con particolare riferimento ai criteri di accertamento della condotta colposa in caso di errore.  Se la giurisprudenza ha finora privilegiato una valutazione ex ante su base ontologica totale secondo la prospettiva del c.d. difensore modello, lo scenario potrebbe mutare a seguito delle modifiche introdotte con la l. 26.4.2019, n. 36 in tema di difesa domiciliare. Occorre chiedersi se, in relazione ai casi di eccesso “emotivo”, la riforma segni il passaggio ad un accertamento ad personam legato alle caratteristiche dell’agente concreto.

Scarica l’articolo in formato .pdf

1 2 3 4