STUPEFACENTI: MEGLIO “DI TUTTA L’ERBA UN FASCIO” OPPURE “UN FASCIO PER OGNI ERBA?” – Ombretta Di Giovine

Da una ricognizione dell’evoluzione dei formanti legislativo e giurisprudenziale emerge come, a fronte della variabilità dell’assetto di diritto positivo, i giudici abbiano costantemente cercato di restringere le maglie della responsabilità penale in tema di sostanze stupefacenti. Ci si interroga quindi sulle ragioni di tale divergenza. Nel conflitto tra argomenti (nessuno decisivo) a favore e contro la repressione delle condotte in tema di droga, si conclude che tale divergenza dipende dall’irriducibile varietà del fenomeno che non si presta ad una puntuale disciplina legislativa, ma il cui reale peso criminologico può essere conosciuto dal giudice soltanto in rapporto al caso concreto. Di conseguenza, l’assetto attuale di tutela, salvo che per evidenti eccessi sanzionatori, appare l’unico realisticamente sostenibile.

Scarica l’articolo in formato .pdf

1 2 3 5